Tino Traver (Ravenna, 1965) laureato in economia domestica applicata alla sociologia ha lavorato presso varie fondazioni italiane. Dal 1991 è assunto presso le cave di marmo di Carrara in qualità di esperto di perforazioni idrauliche. Nel frattempo si è laureato in Filosofia con la tesi Gnoseologia del quotidiano, conseguendo il massimo dei voti. Per FUOCOfuochino ha pubblicato Dalla variazione di sistema all’arbitrio culturale (2023). Attualmente vive tra Carrara e Benevento.

Torna a tutti gli Autori

Il mondo di Luca Zanichelli (Pomponesco, 1974) è una macchina per scrivere e creare i Pollicini, come li chiama lui, microscopici unici libretti che realizza sul momento. Scrive, dipinge e disegna, tiene personali e collettive con la famelica curiosità di un pilota in partenza. Per FUOCOfuochino ha pubblicato La fine dei Supereroi (2021) e Les gitans partout (2023).

Torna a tutti gli Autori

Benedetta e Beatrice nascono (a distanza di qualche settimana) a Viadana, paese sulle rive del Po, che considerano più come sentimento che punto geografico. Da quando hanno cominciato a muoversi sul pianeta terra continuano a cercare di capire dove si trovino, è possibile incontrarle ovunque, o da nessuna parte. Negli ultimi anni hanno vissuto in molti luoghi e modi differenti. La loro filosofia è quella di poter vivere a lungo in un luogo, anche se solo per un’ora.

 Torna a tutti gli Autori

 

 

Michele Savino è nato a Bergamo nel 1989. Ha studiato all’Accademia Carrara di Bergamo e all’Accademia di Brera di Milano.
Per FUOCOfuochino ha pubblicato Elimino vasche (2022) e Defecami rutti (2023).

Torna a tutti gli Autori

Gilberto Scuderi (Mantova, 1951), dopo avere lavorato perlopiù alla Biblioteca Teresiana di Mantova come catalogatore e addetto al libro antico, è pensionato dal 2011. Dal 1980 collabora alle pagine culturali della “Gazzetta di Mantova”. Si interessa di vicende di storia locale e della tradizione del dialetto.

Per FUOCOfuochino ha pubblicato Scialojate (2021),  Pascolate (2022) e Salami e ragni (2023).

Torna a tutti gli Autori

Roberto Bussola, detto Bob quello là, è uno che è nato a Verona nel '70 e già di questo se ne vergogna un po'. È uno che a volte gli succedon delle cose. In un suo appunto del 10 ottobre del 2013, si legge "ahperfortuna che poi non ci sono mica andato stamane fino a Stoccolma a ritirare il Nobel per la letteratura: alla fine ho saputo che l'han dato ad una altra persona", mentre tre giorni prima invece scriveva "con quel che ho pagato la settimana scorsa di TARES, quando ieri sera ho buttato la spazzatura, m'è venuto l'impulso di entrare nel cassonetto e trascorrerci la notte dentro". Per FUOCOfuochino nel 2015 ha pubblicato Su e Ancora Su, nel 2016 Per sempre su e Giochi pericolosi (2022).

Torna a tutti gli Autori

.

Giorgio Sironi Della mia nascita a Busto Arsizio il 23 giugno 1973 conosco anche l'ora precisa: alle 23:00 in punto, per l'occasione, l'orologio di mia mamma si fermò. Forse per questo il buio non mi ha mai fatto più di tanto paura. Sono cresciuto fino al metroesessantasette, calcisticamente ateo, in un paesino del Varesotto. Alle scuole dell'obbligo sono seguite anche quelle facoltative, fino alla laurea. In seconda media ho scritto la mia prima - improponibile - poesia: dopo "Petrolio" non avrei potuto altro che migliorare. Diversi sono gli incontri importanti della mia vita: a parecchi - cominciando dai miei genitori - devo molto. Grazie al cielo niente soldi.

Per Pulcinoelefante ho pubblicato Aforismi (2003), Senza troppi versi - poesie corte corte (2022) per Gattili e un secondo Aforismi per Casa Editrice LIBERA e SENZA IMPEGNI nella torrida estate 2022.

Per FUOCOfuochino ho pubblicato Se tardo non mi aspetto (2019) e Rime brevi (2023).

Torna a tutti gli Autori

 

 

Utenti online