Tania Lorandi è nata a Ougrée (Belgio) nel 1957. A Liegi ha studiato tutte quelle cose che hanno a che fare con l’arte. Ha realizzato opere, sceneggiature, scenografie, ha scritto testi e tutte quelle cose che hanno a che fare con la ‘Patafisica e l’Apatafisica. Dal 2002 lavora all’equivalenza piramidale e a tutte quelle cose che hanno a che fare con la Ierarchia. Insomma è una che HA!HA! che fare. Per FUOCOfuochino ha pubblicato L’ottaedro regolare? Omaggio a Ibicrate il Geometra, padre delle lunule (2009) e Ventun HaHaforismi  (2018).

 

Brunella Eruli è nata a Firenze. Fin da bambina ha mostrato spiccate doti di immaginazione (ella stessa in una intervista ha  dichiarato di aver vissuto dai due ai sette anni in una wunderkammer). Successivamente attratta dagli specchi, ne attraversò uno trovandosi in un mondo assolutamente identico a quello che noi conosciamo per cui, vi restò solo sei mesi. Sulla via di Binasco ha incontrato un tale Faustroll che era nato a sessantatre anni in Circassia. Sulla conciliazione dei contrari, su parole come libertà e poesia si è avvicinata alla ‘Patafisica diventando Zarina e Ministro Sfavillante dell’Etoile d’Or. Ha studiato da piccola e da grande lasciando ogniqualvolta gli interlocutori abbagliati da tanta luminosità.

Paolo Colagrande è lo scrittore che nel 2007, a Viareggio, a cena prima di una lettura, si è tirato addosso un piatto di triglie alla livornese e non aveva da cambiarsi. Una delle triglie è rimbalzata sul vestito della moglie di un noto scrittore contemporaneo.

Massimo Gatta (Napoli, 1959) è bibliotecario dell'Università degli Studi del Molise. Ha pubblicato un quintale di libri, organizzato chilometri di mostre bibliografiche e corsi. Collabora ad elettroliti di riviste tra le quali "Charta", "Paratesto", "la Biblioteca di via Senato", "PreText". Già collaboratore del supplemento domenicale de "Il Sole 24 Ore", per FUOCOfuochino ha pubblicato Per una metafisica portatile del lavare i piatti a mani nude (2012), Come mantenere, e perché, in perfetto disordine i propri libri (2019) Le roi est fondu  (2019).

 

Guido Conti è nato a Parma nel 1965. Ha pubblicato con una casa editrice di Milano romanzi che sembrano racconti e racconti che sembrano dirigibili. A Parma ha creato una casa editrice che pubblica vari libri, da capolavori a ostie in salsa e tagliatelle al sugo. Ha disegnato ritratti e mostri della terra del Po dove la nebbia confonde gli abitanti. Poi ha realizzato la sua prima personale a Viadana con una storia di dischi e copertine inventate. Vive a Parma.

Gianni Celati è nato (apolide) a Sondrio nel 1937. Sì, è vero che ha studiato, ha scritto, ha redatto, organizzato, vinto premi letterari, viaggiato. È tutto vero o forse no, ciò non toglie che da qualche parte in questo mondo o in un altro mondo o soltanto nell’idea viaggiante di anima prensile, il suo spirito sia di guida per molti scrittori che lo amano. Vive un po’ qui in Italia e un po’ là in Inghilterra. Una volta è stato bloccato in un aeroporto inglese a causa di una bufera di neve.

Silvano Freddi (Reggiolo, 1925) dopo avere frequentato la prima elementare è stato messo a lavorare in campagna. Giovane ha partecipato alle lotte partigiane sulle colline di Reggio Emilia. Dal dopoguerra ha svolto il lavoro di muratore manovale e operaio in una fabbrica meccanica. Vive a Brugneto di Reggiolo.

Utenti online